Frullatore a immersione, quanto conta la velocità

Quanto conta la velocità in un frullatore a immersione? A occhio e croce, parecchio. Il ritmo, più o meno rapido, che questo piccolo elettrodomestico tiene nel frullare, tritare e sminuzzare è indice di qualità più o meno buona. Se i modelli base hanno sì e no soltanto due gradi di velocità (bassa e alta) nei migliori mixer si hanno più opzioni di velocità multiple per regolare lo strumento a seconda delle lavorazioni che è chiamato a fare, più rapido nel montare gli albumi, più lento nell’amalgamare una vellutata. Dipende dal controllo che si vuole avere sul frullatore e dalla sua versatilità, che si esprime anche nella velocità, più o meno sostenuta, delle sue performance.

Per poter disporre di più opzioni di velocità scegliere i modelli di fascia medio-alta è la migliore soluzione, dal momento che sono proprio questi mixer ad offrire impostazioni di velocità dosata in quattro o più livelli, premessa ottimale se si vuole ottenere la giusta consistenza dei composti. Oltre alla velocità, per far sì che il frullatore sia più versatile entrano in gioco anche gli accessori, tanto limitati nei modelli base (uno o due) quanto inflazionati negli apparecchi di fascia medio-alta con corredi ricchi di fruste, lame, dischi emulsionanti e quant’altro. I modelli più costosi si accompagnano, di solito, a lame, fruste, pale per impasti ed altri inserti intercambiabili. Se si preferiscono utensili supplementari da poter usare in combinata con il frullatore ad immersione nelle preparazioni di cibi e basi a contorno, la strada maestra è seguire l’iperbole che porta ai modelli di punta.

Essere accessoriati non significa essere complicati. Anzi, è proprio dal ricorso agli accessori che il frullatore a immersione acquista una maggiore facilità d’uso, proprio perché l’applicazione di eventuali elementi periferici facilita il lavoro e l’atto del frullare e mixare, dotando l’apparecchio di elementi a supporto della propria operatività. Scopo degli accessori, oltre che allargare il campo d’azione del mixer, è anche rendere il prodotto ancora più pratico, comodo ed efficiente, oltre che maneggevole ed ergonomico. Un buon minipimer, per fare un esempio, è sempre piuttosto leggero per non stancare il polso mentre lo si usa.